Poesie

 

 

Vengono dai confini del mondo

effettivamente

le parole che schioccano sulla faccia

della gente convocata

ad ascoltare

un habemus che tutti credono

convenzionale

e come schegge incontrollate

invadono le case,

rimbalzano sui teleschermi,

sommergono le redazioni dei giornali:

scuotono abitudini,

calcoli, equilibri, pregiudizi,

scrollano gli alberi degli accomodamenti,

delle false coscienze,

delle pretese interessate.