Chiesa ortodossa russa

 

papa-russo-light-674x1024

 

don Sergio MERCANZIN

 

Alcune sere fa mi sono trovato a presentare il romanzo «Il destino del papa russo» di Mauro Mazza – giornalista e scrittore – nella sede del prestigioso Museo Crocetti sulla via Cassia a Roma.

Questo suo secondo romanzo, che si legge davvero d’un fiato, racconta del conclave dopo papa Francesco, che elegge non un cardinale, ma il vescovo russo cattolico di San Pietroburgo che diventa papa Metodio.

Coetaneo, concittadino e amico di Putin, il papa russo si avvale di questa amicizia e della propria nazionalità per procedere finalmente ad adempiere la richiesta della Madonna di Fatima di consacrare la Russia al suo cuore immacolato, non più contro o senza ma con la Chiesa ortodossa russa.

La consacrazione diventa quindi una tappa importante verso l’unità delle due Chiese, la cattolica e la ortodossa.

Ci sono però poteri forti e occulti che tramano contro papa Metodio, al punto che…, finale che naturalmente non anticipo e non svelo.